L'infermiere e l'uso consapevole dei social: presentazione dei relatori

Il 18 Marzo si terrà, presso il Centro Conferenze di Cesena Fiera, il corso di formazione accreditato intitolato "L'infermiere e l'uso consapevole dei social".

I relatori affronteranno gli aspetti principali riguardanti il rapporto dei professionisti con i social network; dalle norme etiche e deontologiche a quelle legali. Al centro del dibattito il comportamento che l’infermiere deve assumere per tutelare sé stesso e la dignità della propria professione. Si esaminerà il tema delle fake news e dei rischi che si corrono utilizzando i social in modo inappropriato, con l’obiettivo di fornire conoscenze e strumenti adeguati per gestire al meglio la relazione con il mondo digitale. Il web ed i social possono essere potenti alleati della professione infermieristica, arricchendola di contenuti e favorendone lo sviluppo.

Con l’avvicinarsi dell’evento presenteremo, giorno per giorno, i relatori che interverranno al corso:

  • Nicola Draoli, Consigliere FNOPI
  • Fabio Fedeli, Presidente OPI Lecco
  • Avv. Margherita Patrignani, Consulente Legale OPI Forlì-Cesena
  • Rosa Giuffrè, Consulente per la Comunicazione Digitale | Formatrice | Blogger

Nel mentre, una breve introduzione su chi sono e il ruolo che ricoprono.

Nicola Draoli, componente del comitato centrale FNOPI è infermiere Operation Manager dell’area territoriale di Grosseto, Asl sudest Toscana. Nella sua attività di docenza si occupa non solo di argomenti clinici, ma anche di ricerca e di governance del processo assistenziale. In qualità di consigliere FNOPI e di Presidente dell’OPI di Grosseto porta la sua professionalità e preparazione in molti Congressi in giro per l’Italia, intervenendo più volte sul tema dei social come a Matera nel 2017 nel congresso “L'etica delle professione: il monito del Ministero della Salute sull'utilizzo improprio dei selfie”. Ha scritto sul quotidiano sanitario Assocarenews e su Il Sole 24 ore, ribadendo la posizione della FNOPI sul rapporto tra infermieri e social e spronando i professionisti ad un utilizzo consapevole del web.

Fabio Fedeli, lavora come infermiere presso l’Unità di cura coronarica della terapia intensiva cardiologica dell’Ospedale A. Manzoni di Lecco. Nel 2015 entra a far parte del Consiglio direttivo dell’IPASVI di Lecco ed è responsabile della gestione dei canali social e del web. Dal 2017 tiene corsi all’Università degli Studi Milano-Bicocca presso il CDL in Infermieristica, riguardanti l’infermiere e la rete. Ad oggi è il Presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Lecco.

Avv. Margherita Patrignani, responsabile per la protezione dei dati e consulente in materia di anticorruzione e trasparenza per OPI Forlì-Cesena, è un avvocato iscritto all’Albo di Rimini, esperta di contrattualistica pubblica, prevenzione della corruzione e trasparenza amministrativa, oltre che di privacy. Svolge la propria attività di consulenza e supporto per enti privati e pubbliche amministrazioni e, in particolare, per diversi Ordini e Collegi Professionali in Emilia-Romagna, Marche, Veneto e Lombardia. Nel 2018, ha partecipato al primo Master in Compliance e Prevenzione della corruzione nei settori pubblico e privato organizzato in collaborazione tra l’Università LUISS di Roma e l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).

Rosa Giuffrè è una consulente per la comunicazione digitale, si occupa di formazione e public speaking, supporta eventi con live tweeting e live blogging, segue una rubrica mensile dedicata alla “Social Education” essendo anche la co-founder del sito www.socaileducation.it. Nel 2015 ha pubblicato il libro “Cambia testa e potenzia la tua azienda con la cultura digitale” e nel 2017 il libro “Social Education: vivere senza rischi Internet e i social network”. Nel 2015 ha ricevuto il premio professionalità dal Rotary Club delle Colline Comasche. Il web è il suo mondo, da vivere in modo sicuro.

Per scoprire il programma del corso e per iscriverti visita la sezione "Corsi ed Eventi" del sito web, oppure accedi al link diretto: bit.ly/InfermiereUsoConsapevoleSocial